Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘sensazioni’ Category

Spesso capita di associare il ricordo di un viaggio, di un’esperienza vissuta ad un odore o ad un sapore, ma ancor più spesso capita l’esperienza inversa, di sentirci improvvisamente trascinati nel flusso dei ricordi, nel bel mezzo di un pranzo o di una merenda sotto la tacita induzione delle papille gustative.

Ricordo benissimo il giorno in cui, in IV ginnasio, la professoressa di letteratura francese ci lesse il brano, famosissimo, La ricerca del tempo perduto in cui Proust racconta come un giorno,  mentre assaporava una tazza di tè con alcuni dolcetti, le petite madeleine, gli fossero affiorate alcune immagini dell’infanzia…e all’improvviso si fosse ricordato di quando sua zia Leonie lo svegliava, tutte le mattine, offrendogli una tazza di tè con delle madeleine.

A distanza di anni un particolare sapore è capace di risvegliare ricordi, secondo un processo irrazionale incontrollabile (la cosidetta “memoria involontaria”)… a me capitano spessissimo questo tipo di associazioni…e per voi qual’è la vostra piccola madeleine?

Da la Recherche di Marcel Proust:

[…] in una giornata d’inverno, rientrando a casa, mia madre, vedendomi infreddolito, mi propose di prendere, contrariamente alla mia abitudine, un po’ di tè. Rifiutai dapprima, e poi, non so perché, mutai d’avviso. Ella mandò a prendere uno di quei biscotti pienotti e corti chiamati Petites Madeleines, che paiono aver avuto come stampo la valva scanalata d’una conchiglia di San Giacomo. Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito resi indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa […].

Read Full Post »